€ 60,00 Quota di Partecipazione a persona min. 30 pers.

Bus da Parma, battello, visita guidata e ingresso abbazia,  assicurazione, capo gruppo

 

Ore 07,00 raduno dei partecipanti c/o Esselunga di via Traversetolo

Ore 07,10 prelievo partecipanti al Centro Torri e partenza per Camogli (Km 186).

Arrivo a Camogli tempo libero per la visita alla cittadina.

Camogli è uno tipico paese marinaro caratterizzato da case alte e dipinte con colori che affascinano la vista. Peculiarità di questa zona e anche della Liguria sono le tipiche facciate dipinte, note come “trompe l’oeil” raffiguranti elementi architettonici come basamenti, cornicioni, balconi, fiori e persiane chiuse. Tra i luoghi da visitare: la Basilica Minore di Santa Maria Assunta, il Santuario di Nostra Signora del Boschetto, la chiesa “Millenaria”risalente al XIII secolo. Il piccolo Castello della Dragonara.

Alle ore 13,45 ritrovo al porto del imbarco alle ore 14,00 per San Fruttuoso

Arrivo alle ore 14,30 – visita guidata all’Abbazia di San Fruttuoso alle ore 14,45

L’abbazia di San Fruttuoso di Capodimonte è dedicata a san Fruttuoso di Tarragona, vescovo e santo catalano del III secolo, le cui ceneri sono conservate presso l’abbazia, dove sarebbero state traslate a seguito dell’invasione araba della Penisola Iberica. Furono monaci greci a costruire il primo cenobio intorno alla metà del X secolo; la cupola interna dell’attuale chiesa deriva infatti da schemi bizantini. Gran parte di quanto ancora oggi vediamo risale però alla ricostruzione compiuta tra la fine del X secolo e gli inizi dell’XI secolo. Nell’XI Secolo viene affidata ai Benedettini e nel XII secolo viene sopraelevata di un piano. Nel XIII secolo viene costruito un avancorpo con portico e la Famiglia Doria adibisce a tomba di famiglia una sala dell’abbazia, mentre la torre ottagonale viene coperta da una cupola. Nel corso dei secoli il piccolo eremo si ingrandisce. Dopo la prima frequentazione monastica, il complesso fu umile abitazione per pescatori, spesso covo di pirati, poi proprietà per secolo della Famiglia Doria. Per avvistare in tempo il pericolo che arrivava dal mare e poter proteggere il borgo, Andrea Doria fece costruire la grande torre che ancora oggi domina la baia. Nel 1933 lo stato italiano inizia i lavori di restauro, che nel 1983 la Famiglia Doria Pamphili dona al FAI.

Ritrovo al porto e partenza per Portofino alle ore 16,30

Arrivo a Portofino alle ore 17,00

Tempo libero per visita ed eventuale aperitivo.

Portofino, piccolo borgo marinaro della riviera ligure. La “piazzetta”, punto di ritrovo del jet set internazionale è il simbolo di Portofino, mentre il porticciolo con le caratteristiche abitazioni dai colori vivaci è lì a testimoniare la grande tradizione marittima di questo borgo. Da vedere la Chiesa del patrono di Portofino, S. Giorgio, costruzione del XII sec dal cui sagrato si gode un magnifico panorama, il castello Brown, una fortezza immersa in uno splendido giardino pensile, il faro, situato su Punta del Capo (Punta Portofino), che domina tutta la baia. Interessante anche l’Oratorio della Confraternita dell’Assunta.

Ritrovo alle ore 19.30 e partenza (km 256) per il rientro e arrivo in serata.

La quota comprende: il trasporto in pullman G.T., battelli, ingresso, visita guidata, assistenza di capogruppo da Parma.

La quota non comprende: pranzo, le mance e tutto quanto non espressamente indicato nella “la quota comprende”.

LEGGERE ATTENTAMENTE Il viaggio durerà l’intera giornata e la disponibilità massima è di 50 posti (min 30); prenotazione accettate solo dietro pagamento dell’intera quota; E’ prevista una lista di attesa per eventuali rinunce. In caso di rinuncia le quote versate non verranno rimborsate se il posto rimasto vacante non viene coperto dalla lista di attesa.

Informazioni sulle prenotazioni

Alla prenotazione è obbligatorio effettuare il versamento indicando cognome e codice 18240 Camogli settembre 2017
Banca Popolare di Vicenza Cod IBAN IT52J0572812700622570629763 intestato a Intercral Parma

Contatti

Apertura martedì, mercoledì e venerdì 15:30-17:30
tel. fax 0521/969637
info@intercralparma.it
Obbligatorio per tutti i partecipanti, non soci dei CRAL aderenti all’Intercral Parma, della sottoscrizione della quota annuale – socio aggregato €  5,00
Organizzazione tecnica: Intercralparma