Residenze Sabaude
Palazzina di caccia Stupinigi e Castello di Racconigi
€ 65,00 Quota di Partecipazione a persona

Bus da Parma, visita guidata e ingresso e assicurazione, capo gruppo

Descrizione

Ore 06,15 raduno dei partecipanti  c/o Esselunga di via Traversetolo

Ore 06,30  prelievo partecipanti al Centro Torri e partenza per Stupinigi (Km 241).

Arrivo a Stupinigi

  • prima visita guidata ore 10:30
  • secondo ingresso 10:45

La Palazzina di caccia di Stupinigi era una residenza adibita alla pratica della caccia eretta per i Savoia. Il sito dal 1997 è stato proclamato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO. La palazzina di caccia di Stupinigi venne realizzata per ordine di Vittorio Amedeo II di Savoia come casino di caccia. La progettazione e la realizzazione dell’edificio e delle sue decorazioni vennero affidate a Filippo Juvarra che trasformò il casino di caccia in una in una vera e propria reggia di rappresentanza. I lavori di realizzazione dell’impianto centrale, iniziati nel 1729, si conclusero nel giro di un paio di anni, e l’edificio venne inaugurato nel 1731. Ciò nonostante, l’abbellimento e l’ampliamento del complesso di protrassero per tutto il XVI secolo vedendo, tra l’altro la realizzazione delle due ali laterali. Il salone centrale del palazzo è indubbiamente l’area che lo qualifica per la sua magnificenza. Di pianta ovale è alto tre piani ed è abbellito da una cupola coperta in rame e da maestone vetrate. All’esterno la cupola è decorata con una scultura di un cervo. Questa opera, come altri dipinti, affreschi e statue, avevano il compito di simboleggiare la funzione originale dell’edificio. La Palazzina di Caccia di Stupinigi, fu spettatrice delle sorti alterne della monarchia italiana.

Al termine della visita ritrovo alle ore 12:00 (da confermare) e partenza per Racconigi.

Arrivo a Racconogini (Km 36,7) alle ore 13.00 circa e tempo libero per il pranzo.

Ritrovo per la visita al castello di Racconigi

  • prima visita guidata ore 16:30
  • secondo ingresso 16:45

Il castello di Racconigi, prima di diventare proprietà dei nobili Savoia, la funzione del castello era quella strettamente difensiva di casaforte della Marca di Torino. Quando il castello entrò a far parte delle proprietà sabaude, nel XIV secolo, le sue fattezze erano quelle tipiche di una fortificazione medievale.  La struttura originale del castello rimase praticamente invariata fino al XVII secolo, mentre, a donare al castello quello che è il suo aspetto più recente fu Carlo Alberto di Savoia, che nel 1832 diede inizio a un’ulteriore ristrutturazione del palazzo, con l’intento di abbellirlo e renderlo adatto alla casata reale sabauda. Nel 1980 Umberto II, in esilio in Portogallo, cedette il castello allo Stato Italiano, sottolineando la precisa volontà di farne un luogo dedicato alla conoscenza. Così, dal 1994, il castello reale di Racconigi è un polo museale aperto al pubblico, visitando il castello, oggi è possibile ammirarne gli arredi, i dipinti, le suppellettili.

Conclusa la visita alle ore 18:30 partenza (km 256) per il rientro e arrivo in serata.

La quota comprende: il trasporto in pullman G.T., ingressi, visite guidate a Racconigi e Stuninigi, assistenza di capogruppo da Parma.

La quota non comprende: pranzo, le mance e tutto quanto non espressamente indicato nella “la quota comprende”.

Leggere con attenzione: prenotazione accettate solo dietro pagamento dell’intera quota; E’ prevista una lista di attesa per eventuali rinunce. In caso di rinuncia le quote versate non verranno rimborsate se il posto rimasto vacante non viene coperto dalla lista di attesa, sul sito www.intercralparma.it è disponibile il regolamento dei viaggi offerti per i propri soci.

Informazioni sulle prenotazioni

Alla prenotazione è obbligatorio effettuare il versamento indicando cognome. Codice 19520 Residenze Sabaude ottobre 2017
Banca Popolare di Vicenza Cod IBAN IT52J0572812700622570629763 intestato a Intercral Parma

Contatti

Apertura martedì, mercoledì e venerdì 15:30-17:30
tel. fax 0521/969637
info@intercralparma.it
Obbligatorio per tutti i partecipanti, non soci dei CRAL aderenti all’Intercral Parma, della sottoscrizione della quota annuale – socio aggregato € 5,00
Organizzazione tecnica:  Intercralparma